Uncategorized

Registrato per la prima volta il suono di una tempesta di polvere proveniente da Marte

Registrato per la prima volta il suono di una tempesta di polvere proveniente da Marte Tecnoandroid

I rover su Marte sono riusciti a registrare per la prima volta il suono del vento e della polvere a seguito di una tempesta.

Durante un incontro casuale lo scorso settembre, un vortice pieno di polvere si è imbattuto nel rover Perseverance della NASA, una delle prime missioni avviate sul Pianeta Rosso. Martedì i ricercatori hanno pubblicato il suono registrato, così come altre osservazioni della tempesta, sulla rivista Nature Communications.

È stato completamente colto in flagrante da Persy“, afferma il coautore dello studio Germán Martínez, uno scienziato del Lunar and Planetary Institute di Houston, a Marcia Dunn dell’Associated Press.

Come scrive Joel Achenbach per il Washington Post, i rumori della polvere sono un po’ difficili da distinguere. Il suono è “scoppiettante e percussivo, come una radio statica, anche se si potrebbe immaginare come una brezza”, scrive.

Gli scienziati sono stati in grado di raccogliere molte informazioni dal turbinio di vento e dalla polvere. Oltre a registrare il suono con il suo cosiddetto microfono SuperCam, Perseverance ha anche osservato la tempesta con la sua telecamera e diversi sensori nel suo strumento Mars Environmental Dynamics Analyzer.

I dati analizzati dalla registrazione

Insieme, i dati di queste osservazioni suggeriscono che la tempesta viaggiava ad una velocità di circa 15 km all’ora.

Perseverance si trova all’interno del cratere Jezero, un sito largo oltre 30 km situato appena a nord dell’equatore del pianeta. Il cratere sperimenta regolarmente tempeste di polvere, a differenza di Elysium Planitia, il sito di atterraggio del lander InSight della NASA. Da quando InSight è arrivato su Marte nel novembre 2018, non ha ripreso alcun altro evento simile.

Tuttavia, gli scienziati sono stati fortunati con la nuova registrazione. Il microfono di Perseverance viene acceso solo otto volte al mese e ogni registrazione audio dura solo 167 secondi, riferisce Ashley Strickland della CNN. Se gli scienziati avessero programmato la registrazione del microfono anche solo pochi secondi dopo, avrebbero potuto perdere completamente la tempesta di polvere.

Registrato per la prima volta il suono di una tempesta di polvere proveniente da Marte Tecnoandroid

Con Conto Arancio hai il 3% annuo lordo per 12 mesi, senza vincolare i tuoi soldi! Scopri la promozione sul conto deposito e gli altri servizi bancari
To Top