Uncategorized

Nuova comunicazione per gli italiani da INPS: il 2023 inizia male

Nuova comunicazione per gli italiani da INPS: il 2023 inizia male Tecnoandroid

Uno dei maggiori pericoli a cui tutti gli utenti Italiani devono prestare attenzione ogni giorno è costituito senza alcun dubbio dal fishing, la nota pratica fraudolenta infatti colpisce con cadenza regolare tutti gli utenti connessi a Internet nel tentativo di sottrarre loro dati sensibili come i codici di accesso bancari o le password.

Generalmente questi attacchi prendono corpo in false comunicazioni spacciate come avvisi da parte di enti autorevoli il cui nome viene sfruttato indebitamente per conquistare la fiducia della vittima che cadrà più facilmente nella trappola una volta letto il corpo testo.

Generalmente queste comunicazioni prendono corpo in mail o sms pensate per indurre la vittima a compiere azioni specifiche come effettuare accessi presso link esterni oppure scaricare allegati malevoli.

 

Phishing diretto verso gli italiani

La nuova mail che sta colpendo gli utenti italiani e ribadisce perfettamente tutti questi concetti, quest’ultima avvisa l’utente di una richiesta presso INPS non andata a buon fine a causa di una documentazione incompleta da poter visionare per intero scaricando l’allegato presente nella mail, quest’ultimo contiene però al suo interno un malware che se eseguito si installerà nel vostro PC e inizierà a copiare tutti i dati presenti in memoria per poi inviarli al proprio creatore tramite internet con un danno per la vostra privacy a dir poco incalcolabile.

Onde evitare questa tipologia di conseguenza il consiglio migliore da seguire è quello di cestinare immediatamente la mail non appena la riconoscete e ovviamente di non scaricare l’allegato presente, onde evitare qualsiasi tipologia di infezione.

Nuova comunicazione per gli italiani da INPS: il 2023 inizia male Tecnoandroid

Con Conto Arancio hai il 3% annuo lordo per 12 mesi, senza vincolare i tuoi soldi! Scopri la promozione sul conto deposito e gli altri servizi bancari
To Top