Uncategorized

Recensione Honor Magic V2: il pieghevole come dovrebbe essere

Nella confezione di Honor Magic V2 troviamo una apprezzatissima cover che protegge la parte posteriore e la cerniera e che integra anche un comodo stand per tenere lo smartphone in piedi anche da completamente aperto. Oltre questo troviamo un cavo USB-C/USB-C, ma non un alimentatore che però vi viene dato con la promozione di lancio (che trovate a fine recensione) assieme ad una ulteriore cover e a scelta un Honor Watch 4 o delle Earbuds 3.

Honor Magic V2 è uno smartphone tecnologicamente sorprendente. È uno smartphone che si chiude a libro ma da chiuso ha dimensioni comparabili ad altri smartphone “classici” e di fatto è il primo vero pieghevole di questo tipo che da chiuso non ha dimensioni straordinarie che tradiscano la sua natura. Da chiuso è spesso 9,9 millimetri e il peso, benché non sia contenuto (231 grammi) è comunque simile ad altri smartphone di dimensioni simili. La versione da noi provata ha il retro in finta pelle nera, ma abbiamo provato anche quello in vetro viola. Il secondo è molto più elegante ma anche molto più scivoloso. A voi la scelta.

Honor Magic V2 non è purtroppo impermeabile, ma si fa perdonare con altri pregi. La cerniera è molto sottile e probabilmente molto robusta (ci vorrebbe molto più tempo per capirlo). Di sicuro l’apertura un po’ rigida e che costringe a usare un po’ di forza aiuta nel trasmettere un’ottima sensazione di qualità. Da aperto è spesso appena 4,7 millimetri. La porta USB-C ruba praticamente quasi l’intero spessore da aperto. Un piccolo prodigio dell tecnologia, che fa sì che questo Honor Magic V2 sia sì uno smartphone pieghevole, ma sopratutto uno smartphone “normale” da usare anche da chiuso nel quotidiano. In questo formato è probabilmente così che avrebbe sempre dovuto essere. 

Il processore di questo Magic V2 è lo Snapdragon 8 Gen 2 octa core a 4 nanometri con GPU Adreno 740. Per chi non segue in modo costante gli avanzamenti tecnologici si tratta della CPU premium di Qualcomm di penultima generazione. Questo succede perché lo smartphone ha avuto una gestazione particolarmente lunga. Poco male, le prestazioni sono eccezionali su ogni fronte: energetico e di potenza su tutti. Certo che avere l’ultima CPU è sempre cosa gradita sugli smartphone così costosi.

Il taglio di memoria è per fortuna uno solo ed è di fascia altissima: 16 GB di RAM e 512 GB di memoria interna UFS 4.0. La memoria purtroppo non è espandibile. Ottima la connettività: USB-C 3.1 con uscita video e anche modalità desktop, emettitore ad infrarossi, 5G, Wi-Fi 7 e Bluetooth 5.3. Abbiamo poi anche il supporto dual SIM ed eSIM.

Le prestazioni di questo smartphone sono eccellenti e sono solo la conferma di una scheda tecnica molto completa.

Honor Magic V2 ha ben tre fotocamere principali, nessuna “inutile”. Abbiamo una principale da 50 megapixel ƒ/1.9 stabilizzata otticamente, un’altra 50 megapixel ƒ/2.0 grandangolare e infine una 20 megapixel ƒ/2.4 con rapporto di zoom 2.5X. Si tratta di un kit fotografico di buon livello e che mantiene le aspettative. Nessuna foto da realizzare è stata scartata perché erano tutte più che buone. Non aspettatevi però la qualità delle fotocamere premium di alcuni concorrenti. OnePlus Open sul comparto fotografico offre maggiore qualità ma nel complesso questo smartphone ci ha comunque soddisfatto, con immagini nitide, luminose e realizzando contenuti di qualità anche al buio, con la modalità notturna automatica.

La fotocamera selfie da 16 megapixel è invece molto poco convincente, ma a questo si può ovviare facilmente usando le fotocamere principali e aprendo lo smartphone sfruttando così lo schermo esterno per inquadrarsi. Peccato che nell’interfaccia manchi una gesture per poter fare lo scatto, che può quindi diventare un po’ complicato con una sola mano. I video si possono registrare in 4K a 60fps: in questa modalità si può passare alla fotocamera grandangolare, mentre per lo zoom viene fatto un ritaglio digitale. La qualità dei video è buona ed è perfettamente consistente e in linea con quella fotografica.

Lo schermo interno è da ben 7,9 pollici. Si piega ovviamente su se stesso e da aperto mostra lievemente la piega centrale, come ogni altro smartphone di questa tipologia, pur rientrando nell’insieme di quelli che hanno fatto un buon nascondere per minimizzare i riflessi e la percezione di questa piega. Lo schermo ha un refresh rate a 120 Hz, una luminosità di picco di 1.600 nit e supporta l’HDR10+. La risoluzione è di 2156 x 2344 e come è facile capire guardandolo il formato del display è quasi quadrato, rendendosi perfetto per l’apertura di due app affiancate, mentre invece potreste avere delle corpose bande nere a fianco dei filmati di Netflix o YouTube.

Per assurdo la novità più interessante, sopratutto rispetto al concorrente di Samsung che è quello più popolare, è lo schermo esterno. Questo è da ben 6,4 pollici, sempre in tecnologia OLED, ed è in un formato molto più simile a quello che già apprezziamo degli smartphone più comuni. La risoluzione è infatti di 1060 x 2376 pixel. Questo schermo ha sempre il supporto all’HDR10+ e al refresh rate a 120 Hz, ma anche una luminosità di picco di ben 2.500 nit.

Questo Magic V2 ha un rapporto fra dimensione dei display e della sua scocca che fa sì che possa essere utilizzato principalmente da chiuso, proprio come già fate con lo smartphone “normale” che avete in tasca, andando ad aprirlo non perché quello esterno non è sufficiente, ma per espandere le potenzialità di quello che può essere fatto con uno smartphone.

Honor Magic V2 viene lanciato in Italia con Android 13 e MagicOS 7.2. È vero che non è ancora aggiornato ad Android 14, ma non riteniamo che questo sia un vero problema. Lo sarà probabilmente a breve (in Asia è disponibile la beta). Quello che dispiace e di non aver visto sistemata la gestione della tenda delle notifiche, troppo complicata per uno smartphone di queste dimensioni e a cui non si ha facile accesso con una sola mano. Sarà però sistemato appunto nel prossimo aggiornamento.

La gestione delle finestre è molto buona, soprattutto a schermo aperto, dove è possibile molto rapidamente aprire app in finestra, ruotare la divisione delle app, aprire app in finestra oppure tenerle ridotte a icona di lato. Fra le altre opzioni abbiamo anche uno spazio privato e la possibilità di far sì che quando si chiude lo smartphone le app ricompaiano istantaneamente sullo schermo esterno. Un paio di altre correzioni possibili al software sarebbero la possibilità di arrangiare le icone diversamente fra lo schermo esterno e quello interno e una tastiera che da aperta possa essere divisa e che sia invece unita da chiusa. Se per l’estero sappiamo che Honor garantirà 5 anni di patch e 4 anni di versioni di Android non abbiamo invece conferme per l’Europa. Possiamo però facilmente immaginare che il timeframe sia simile e quindi, sebbene lontano da quello di Google e Samsung, comunque molto buono.

Honor Magic V2, nonostante l’estrema sottigliezza, integra una batteria da ben 5.000 mAh. Questa garantisce un’autonomia molto buona allo smartphone, che vi permetterà di arrivare a fine giornata senza problemi, anche con un utilizzo abbastanza intenso. Abbiamo poi la ricarica rapida a ben 66W, ma non quella wireless, assente su questo smartphone.

Honor Magic V2 viene lanciato a 1.999€. Come sempre Honor fa delle ottime offerte di lancio e nello specifico quella dedicata ai lettori di SmartWorld prevede un coupon (ASMARTWORLDV2) che garantisce ben 500€ di sconto (invece dei 300€ offerti da quello presente sul sito). Ma non finisce qui perché durante il periodo promozionale (fino al 15 febbraio) si avrà diritto (fino a esaurimento scorte) alla ricezione di:

Alimentatore da 66W
Cover aggiuntiva
6 mesi di protezione schermo (entrambi)
Honor Watch 4 o Honor Earbuds 3 a scelta

Portarsi a casa Honor Magic V2 a 1.499€, oltre ai gadget sopra citati, è sicuramente allettante. Non si tratta di una cifra per tutti, ma se pensiamo che questo prezzo è inferiore a quello di lancio di altri smartphone premium (a parità di memoria interna) non dovrebbe stupire che questo sia lo smartphone pieghevole più interessante del momento.

L’articolo Recensione Honor Magic V2: il pieghevole come dovrebbe essere sembra essere il primo su Smartworld.

Con Conto Arancio hai il 3% annuo lordo per 12 mesi, senza vincolare i tuoi soldi! Scopri la promozione sul conto deposito e gli altri servizi bancari
To Top